Yoga escluso dal registro nazionale del CONI

Yoga escluso dal registro nazionale del CONI

Lo Yoga escluso dal registro nazionale del CONI: è una questione che sta preoccupando molti tra associazioni, scuole e insegnanti Yoga e su cui anche noi di Planet Yoga ci interroghiamo. Si tratta di una questione importante che vorremmo portare alla luce e farvi conoscere.

Raccontiamo quello che è successo. Lo Yoga, come sappiamo, è una disciplina riconosciuta dal CONI ed è inserita nel registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche. Tutto questo fino al 20 dicembre 2016, fino a quando il CONI con delibera n. 1566 ha escluso lo Yoga dal registro nazionale creando preoccupazione tra gli operatori del settore.

Tale decisione comporterà il rischio di compromettere la continuità delle attività delle associazioni e società coinvolte. A molti operatori è stato addirittura già comunicato che non verranno rinnovate le polizze assicurative in scadenza il 31 agosto prossimo rendendo di fatto più difficoltoso l’accesso alla pratica per tutti i potenziali interessati.

Le istituzioni con questa decisione dimostrano di non aver tenuto in considerazione nemmeno il fatto che la disciplina dello Yoga è riconosciuta dall’UNESCO nella lista dei “Patrimoni orali e immateriali dell’umanità” e che questa decisione non darà più la possibilità ad associazioni, scuole e centri di usufruire di agevolazioni e tutele fiscali.

Petizione online

Lo Yoga escluso dal registro nazionale ha portato alla creazione di una petizione rivolta al presidente del CONI, Giovanni Malagò e al Ministro dello Sport, Luca Lotti, contro l’esclusione dello Yoga dalle discipline che consentono l’iscrizione al registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche.

Anche le regioni Trentino-Alto Adige, Veneto e Lombardia hanno scelto di mobilitarsi: oltre allo Yoga sono stati esclusi il pilates, il gatka o spada indiana, il minibasket, il crossfit, il krav maga, l’MMA, il perkour, le arti circensi e le arti acrobatiche.

Noi di Planet Yoga abbiamo deciso di dare sostegno alla petizione online fiduciosi che moltissime persone si uniranno alla mobilitazione: è incomprensibile la ragione di tale esclusione e le conseguenze sono davvero dannose e serie per tutto il mondo dello Yoga che conta circa 2 milioni di praticanti.

Uniamoci insieme in questa battaglia, firmate anche voi la petizione online su Change.org