Migliora la tua vita con gli elementi della Medicina Tradizionale Cinese

Migliora la tua vita con gli elementi della Medicina Tradizionale Cinese

La teoria dei 5 Movimenti Energetici della Medicina Tradizionale Cinese si fonda su un sistema di corrispondenze che, basandosi sull’osservazione della natura che ci circonda, permette di collegare aspetti del nostro organismo molto lontani e apparentemente privi di legami fra loro.

Partendo dall’analisi delle diverse qualità energetiche presenti nelle stagioni climatiche, è possibile stabilire relazioni fra organi, tessuti, funzioni fisiologiche, emozioni e tipologie psichiche, attraverso le quali si può arrivare a comprendere meglio cosa accade nel nostro organismo e a valutare le cause dei nostri squilibri funzionali. È interessante notare come sia nel macrocosmo (la natura) che nel microcosmo (il corpo umano) l’energia si mette in moto in Primavera (Movimento Legno), si espande in Estate (Movimento Fuoco), si destruttura in Tarda Estate (Movimento Terra), per poi rientrare e prendere forma in Autunno (Movimento Metallo) e arrivare al suo massimo approfondimento in Inverno (Movimento Acqua).

La spinta vitale circola nell’organismo passando per tutti gli organi rappresentati dai Cinque Movimenti e che corrispondono alle qualità espresse in quel momento. Solo se il nostro corpo è in sintonia con le energie della natura, noi staremo veramente bene, se invece questo non risulta possibile, soffriremo di disturbi legati alle diverse funzioni degli organi corrispondenti. Anche dal punto di vista psichico, potremo ritrovarci in alcune espressioni caratteriali collegate a uno degli Elementi e capire in quali settori potremo avere punti di forza o debolezze. Scopriamo allora insieme come utilizzare la Medicina Tradizionale Cinese per migliorare la nostra esistenza e il nostro modo di affrontare le situazioni valutando attentamente a quale categoria apparteniamo.

A CHE ELEMENTO APPARTIENI?

Rispondete a queste domande intuitivamente. Contate se avete dato una maggioranza di risposte 1, 2, 3, 4, 5 e potrete sapere a quale elemento della Medicina Tradizionale Cinese appartenete.

Quale colore preferite?

  1. Verde
  2. Rosso’
  3. Giallo
  4. Bianco
  5. Nero

Il vostro periodo dell’anno preferito è?

  1. Primavera
  2. Estate
  3. Tarda Estate
  4. Autunno
  5. Inverno

Il sentimento predominante nella vostra vita è?

  1. Rabbia
  2. Gioia
  3. Preoccupazione
  4. Tristezza
  5. Paura

A quale senso date una maggiore importanza nelle vostre percezioni?

  1. Vista
  2. Tatto
  3. Gusto
  4. Olfatto
  5. Udito

Scegliete il vostro clima ideale

  1. Ventoso
  2. Caldo
  3. Umido
  4. Secco
  5. Freddo

Indicate il gusto che amate maggiormente

  1. Acido
  2. Amaro
  3. Dolce
  4. Piccante
  5. Salato

Scegliete una direzione

  1. Est
  2. Sud
  3. Centro
  4. Ovest
  5. Nord

Con quale di queste espressioni vi esprimete più frequentemente?

  1. Grida
  2. Risate
  3. Canti
  4. Lamenti e pianti
  5. Gemiti

Che carattere pensate di avere?

  1. Estroverso e un po’ aggressivo
  2. Espansivo
  3. Riflessivo
  4. Introverso
  5. Volitivo e spontaneo

Come siete nelle situazioni di tutti i giorni?

  1. Audaci
  2. Legati alle convenienze
  3. Controllati
  4. Cauti
  5. Maliziosi e furbi

La vostra peculiarità intellettuale è?

  1. Immaginazione
  2. Capacità di giudizio
  3. Riflessione
  4. Facilità a memorizzare
  5. Intelligenza

Scegliete la fase energetica che preferite tra quelle elencate

  1. Esteriorizzazione
  2. Massima espansione
  3. Trasformazione
  4. Interiorizzazione
  5. Massima coesione

Quali tra queste creature mitologiche cinesi preferite?

  1. Drago Verde
  2. Fenice Rossa
  3. Drago Giallo
  4. Tigre Bianca
  5. Tartaruga e Serpente Nero

Scegliete un pianeta

  1. Giove
  2. Marte
  3. Saturno
  4. Venere
  5. Mercurio

Scegliete un animale

  1. Cane o gallo
  2. Montone
  3. Bue
  4. Pollo o cavallo
  5. Maiale

RISPOSTE:

Maggioranza di risposte 1:
TIPO LEGNO

Maggioranza di risposte 2:
TIPO FUOCO

Maggioranza di risposte 3:
TIPO TERRA

Maggioranza di risposte 4:
TIPO METALLO

Maggioranza di risposte 5:
TIPO ACQUA

LEGNO

legno

L’elemento Legno si manifesta in natura nella forza primordiale che c’è in primavera e parallelamente in noi nell’impulso a esprimere la nostra identità individuale. Al Legno sono associati organi come il fegato, la cistifellea e altre parti del corpo quali i muscoli, i tendini e gli occhi. Nella nostra vita rappresenta l’adolescenza, ma anche il momento della giornata in cui ci svegliamo e le prime ore della mattina. Il sapore collegato al Legno è l’acido, il colore è il verde; l’energia cosmica è il vento che ricorda una sensazione di movimento e di salita verso l’alto. Un aspetto del vivere quotidiano in relazione a questo Elemento è la capacità di prendere decisioni e di fare progetti, azioni che devono adattarsi a circostanze mutevoli: è meglio che siamo flessibili affinché possiamo compiere le giuste scelte e realizzare ciò che vogliamo. La sana grinta è, invece, l’aspetto psichico che si manifesta nel Legno. Uno squilibrio in questo senso ci porta a essere eccessivamente aggressivi e a non essere in grado di comandare. Se apparteniamo a questo Elemento, saremo persone con spiccati attitudini al comando, mentali e con una buona propensione a imporci sugli altri.

Dotati di notevoli capacità espressive e di polso duro, sapremo occupare posti di responsabilità e non ci faremo sicuramente spaventare dalla competizione. Nella famiglia di origine potremo essere quelli più irremovibili, ma non per questo poco spirituali. Infatti, la tendenza del Legno è quella di andare verso l’alto e questa spinta si può rivelare anche a livello spirituale: il rapporto con la trascendenza e le attività mistiche sono favorite in quanto il soggetto Legno è come un albero, con radici solide e radicate ma con una forte curiosità. È duro esteriormente e al contempo morbido e delicato dentro. Una certa timidezza, infatti, potrebbe essere racchiusa da una dura corteccia. L’aspetto fisico è atletico e sportivo e la carnagione può avere una tendenza olivastra causata da un eccesso di depositi di bile nella pelle dovuti a una particolare sensibilità del Fegato. La forma del volto è quella di un triangolo che ha il vertice in basso e la base in alto. Essendo gli occhi legati al Fegato, i soggetti Legno sono visivi, strutturando la loro percezione con una modalità basata sulla vista e sulle immagini mentali di ciò che vedono.

Le problematiche fisiche a cui potrebbero andare incontro sono quelle del fegato, come allergie, soprattutto primaverili, intossicazioni epatiche, dermatiti con prurito, ipercolesterolemia e calcoli alla cistifellea. Altre patologie di cui potrebbero soffrire sono correlate agli occhi e ai muscoli, la rigidità muscolare causata da lavoro eccessivo è un tipico esempio. È consigliato ridurre o eliminare dalla dieta oltre ai latticini, il cioccolato e il caffè, sostanze troppo stimolanti. Se apparteniamo a questo Elemento, lo stress potrebbe essere particolarmente negativo tanto da procurare delle somatizzazioni corporee. Una di queste potrebbe essere l’insonnia, specialmente dalle ore 23 alle 3 del mattino, lasso di tempo in cui i meridiani di vescica biliare e fegato hanno il loro apice energetico.

FUOCO

fuoco

Il Fuoco è la fonte della vita per eccellenza: è nutrimento, calore e permette la trasformazione di tutte le energie. È rappresentato dal sole, dal periodo estivo e dalle ore della giornata in cui la calura è massima, cioè intorno a mezzogiorno. A questo elemento appartengono il cuore, i vasi sanguigni, l’intestino tenue e l’orecchio interno. Il sentimento è la gioia, il sapore è l’amaro e il clima è caldo. Avendo come aspetto predominante il calore, il soggetto Fuoco può essere sanguigno e avere un temperamento particolare, sempre in movimento, volubile e instabile. Se pensiamo di essere legati a questo Elemento, ci possiamo immaginare come una fiamma che si accende e si spegne, mistica, accogliente e passionale. Potremo essere infedeli e incostanti, ma al contempo flessibili ai cambiamenti e facilmente adattabili a ogni situazione. Se saremo in equilibrio, i nostri sentimenti saranno positivi, di gioia e amore. Gelosia e malinconia si sentiranno, invece, quando non saremo in armonia.

La carnagione del tipo Fuoco è rosacea, con tendenza ad arrossare frequentemente e il fisico è ben proporzionato, elegante e con un’andatura naturale. Il viso dalla forma tonda ha capillari, i capelli possono essere rossi o biondi, le mani sono molto curate e belle. Nella tipologia Fuoco le patologie più frequenti riguardano l’apparato cardiocircolatorio, come cardiopatie, varici e problemi di fragilità di vasi sanguigni. A causa della sua emotività, inoltre, il soggetto Fuoco può essere suscettibile ad alcuni disturbi emotivi, psichici e del sonno. Anche gli infarti e gli sbalzi di pressione possono essere malattie ricorrenti. Il viscere collegato al cuore è l’intestino tenue che assorbe dal cibo i principi nutritivi. In caso di squilibrio si potrebbero verificare problemi digestivi, metabolici e intolleranze alimentari. Capita spesso che una persona Fuoco possa essere un buon leader nel suo gruppo di lavoro. Contrariamente al tipo Legno che è un leader per natura, qui sono quelli che stanno intorno a lui ad attribuirgli questo ruolo a causa della passione che ha nel realizzare i suoi obiettivi.

TERRA

terra

La Terra è l’Elemento che permette le trasformazioni, il luogo dove tutto viene accolto per essere mutato e restituito in una forma rinnovata. Terra è anche il pianeta che ci ospita e ci tiene ancorati al suolo, è il nostro sostegno e radicamento. A questo Movimento sono associati il periodo della tarda estate, la milza, lo stomaco e il pancreas. Il sapore è il dolce, il clima è l’umido, il sentimento è la preoccupazione e il rimuginare. Il soggetto Terra caratterialmente è molto concreto, realista, amante delle sue abitudini e non apprezza gli eccessi come il Fuoco. Ricerca le stagioni tenui e le mezze misure, dando un’idea di sé stabile e sicura. Può essere pacato, lento e pigro tanto da avere dei ritmi blandi. Il viso ha bocca e occhi grandi e fronte non ampia. La figura, a seconda dei diversi casi, può ingrassare nel corso degli anni o non avere questa tendenza.

Generalmente introspettivo, preferisce tenere i problemi imprigionati e latenti piuttosto che esprimere i suoi disagi. Riservato e timido, con un’intelligenza spiccata e profonda, si apre con lentezza al prossimo, ma quando lo fa dimostra tutta la sua lealtà e fedeltà, in quanto animato da un forte senso della giustizia. Si rivela anche un lavoratore instancabile e affidabile. Se non è in equilibrio, il soggetto Terra può avere parecchie preoccupazioni e rimuginare sulle situazioni, procurandosi antipatici disturbi quali irregolarità dei cicli corporei (mestruale, respiro, sonno). Può, inoltre, arrivare a pretendere troppo da sé.

Da un punto di vista fisico, se apparteniamo a questo Elemento, potremo accusare problemi allo stomaco, come gastriti e dispepsie o disturbi inerenti il metabolismo degli zuccheri. Potremo soffrire di malattie legate all’alimentazione, come dipendenza da cibo e dolci e intolleranze alimentari. Infine, potremo avere malanni legati all’umidità, come edemi, e mali di stagione che colpiscono l’apparato respiratorio soprattutto nei mesi invernali. Avendo una bassa reattività alle cure mediche, potremo accusare patologie croniche, mai estreme.

METALLO

metallo

L’elemento Metallo rappresenta lo scambio e permette il rapporto con l’esterno. È collegato alla capacità di accettare l’esterno all’interno, di ricevere e trasmettere messaggi e, infine, di comunicare con altri diversi da noi rimanendo però sempre noi stessi. Ha a che fare con l’interiorizzazione e la scelta di quello che è utile per noi e perciò da tenere e di quello che è inutile e va eliminato. Se l’energia del Metallo si trova in equilibrio, ci sentiremo realmente in una relazione di scambio con l’intero universo e vivremo secondo i nostri valori in un modo integro e corretto.

Questo Movimento è associato all’autunno, la stagione dell’introspezione, e a diverse parti del corpo che permettono di eliminare le impurità come il polmone, il naso, il grosso intestino, la pelle e i peli. Il sentimento correlato è la tristezza, il sapore è il piccante, i colori sono il bianco, il grigio e l’argento. Il tipo Metallo potrebbe avere un carattere estremamente riservato e dare l’impressione di essere una persona un po’ diffidente. In realtà è tenace e determinato, possiede un grande senso del dovere e una disciplina ferrea che lo condurrà al successo. Anche se è estremamente sensibile, a fatica manifesta le sue emozioni.

Tendenzialmente perfezionista, una persona Metallo può essere dura, tagliente, fredda e rigida, ma al contempo può spiccare per la sua signorilità ed eleganza. Da una grande serenità, il carattere, in una fase di squilibrio, può evolvere negativamente in comportamenti ansiosi o ossessivo compulsivi, con una totale mancanza di spontaneità e forti tristezze e malinconie. Se ci riconosciamo nel Metallo, un’altra caratteristica saliente sarà la nostra vita spirituale e interiore che ci porterà a essere degli artisti un po’ isolati dalla realtà o appassionati di discipline mistiche orientali.

Dato che quest’Elemento è associato all’inizio dell’anzianità e ai minerali, il tipo Metallo è coriaceo e sul lavoro è portato a rivestire grosse mansioni e a sorreggere pesi che altri non riuscirebbero a sopportare. Da un punto di vista fisico, è caratterizzato da carnagione pallida, occhi non troppo grandi e con tendenza a essere un po’ infossati e zigomi alti. Le patologie di cui potrebbe soffrire sono legate all’apparato respiratorio a causa di una gabbia toracica troppo piccola che può comprimere i polmoni. Lo scarso apporto di ossigeno può lasciare i tessuti asfittici tanto da rendere la pelle secca e pallida e i capelli e il cuoio capelluto disidratati e desquamati. Si possono verificare anche problemi al colon, come la stitichezza che, se ostinata, può addirittura peggiorare la circolazione sanguigna delle gambe.

La tipologia Metallo predilige il gusto piccante in quanto favorisce i processi metabolici e il riscaldamento corporeo e si sente meglio in età matura.

ACQUA

acqua

L’Acqua costituisce l’inizio e la fine di ogni processo dell’essere umano. È la radice della vita presente all’atto del concepimento e, da un punto di vista caratteriale, incarna tutte le qualità e le capacità strategiche che ci permettono di prendere misure opportune per sopravvivere. È qui, infatti, che risiede la freddezza di compiere gesti che ci permettono di continuare la nostra esistenza. All’elemento Acqua sono collegati la stagione invernale, i reni, la vescica, le ossa, i denti, il sistema nervoso e le ghiandole endocrine. Il salato è il sapore, il sentimento è la paura, il colore è il nero che rimanda al buio, alla profondità e all’energia yin. Il momento della giornata collegato al movimento Acqua è la notte. Similmente all’inverno, anche il sonno serve per riprendere energia e per ricaricarsi, è presente, quindi, un aspetto di tesaurizzazione. Dato che quest’Elemento rappresenta la somma delle esperienze che strutturano l’io, le persone che appartengono a questa tipologia hanno una grande forza interiore, una spiccata volontà e un’estrema dedizione nel fare ogni cosa. Possiedono, inoltre, stabilità, forza e capacità di accettare le situazioni.

Possono essere dei bravi manager che sanno accollarsi grosse responsabilità, ma sono anche persone di compagnia, sensibili, intuitive e non spaventate dai cambiamenti. Se sono in equilibrio, sono materne, calme, genitoriali, fiduciose negli altri, portate al movimento e ai viaggi. Distaccate dal resto del mondo, sono profonde nelle loro riflessioni e sagge, tanto da motivare gli altri a cambiare le loro vite. Il tipo Acqua ama mettere a suo agio chi sta intorno a lui e cerca sempre di evitare i litigi perché può rimanere turbato a livello del sistema nervoso, cosa che lo può facilmente mandare in crisi. Se in squilibrio, rabbia, fretta, agitazione, instabilità, mancanza di fiducia, rigidità e attaccamento alla materia saranno all’ordine del giorno. In casi estremi, arriverà anche ad avere fobie e turbe sessuali, a provare paura e a soffrire di patologie psichiche.

Il rene è l’organo correlato a questo elemento in quanto governa i liquidi del nostro corpo. Le patologie di cui il tipo Acqua potrebbe soffrire sono legate al metabolismo dei liquidi, come la ritenzione idrica, oppure alla salute delle ossa, come la fragilità ossea e l’osteoporosi. Può avere stasi dei liquidi e temere il freddo. Ama il sapore salato che gli permette di recuperare i minerali utili per il sistema scheletrico. Il volto ha occhi profondi con ciglia lunghe, sopracciglia sottili e fronte ampia. Il colore della pelle a volte può essere scuro o tendere al cianotico e ciò è dovuto a ritenzione idrica e a carenza di minerali.

A cura di: Paola Rossini
Fonte: Vivere lo Yoga